Asta 40 / Arte Moderna e Contemporanea

lun 23 GENNAIO -  mar 31 GENNAIO 2023
 Helga Elmquist-Cau  (Stoccolma, 1902 - Monte San Savino, 1944) : Un bacio in aria.  [..]
Lotto 79

Helga Elmquist-Cau (Stoccolma, 1902 - Monte San Savino, 1944)

Un bacio in aria.

1923.

Silhouette in carta nera realizzata con la tecnica del decoupage e incollata su cartoncino. mm 205x285. Monogrammata, firmata e dedicata a penna. Preziosa opera appartenente alla tipologia di illustrazioni definite ricami in punta di forbice che Helga Elmquist eseguiva a Firenze con la sorella Idina negli anni Venti ed espose anche alla mostra degli illustatori e decoratori del libro nel 1922. Helga era figlia dello scultore Hugo Elmqvist e dell'artista Erna Wichmann e sorella di Idina Elmqvist-Christiansen e del fonditore d'arte Orvar Elmqvist. Si era poi sposata con il professore Giovanni Cau e risiedeva a Firenze. Per sfuggire ai combattimenti durante la seconda guerra mondiale, la coppia lasciò la città e si recò nella loro tenuta di campagna a Civitella ad Arezzo. Il soggiorno non fu del tutto privo di problemi perché i partigiani sospettarono che Helga fosse una spia poiché a volte veniva assunta come interprete. Successivamente la coppia fu accusata dai tedeschi di collaborare con la resistenza, tra l'altro, a causa di servizi di interpretariato per i partigiani. Durante la loro permanenza a Civitella, tre soldati tedeschi furono uccisi, e per rappresaglia furono uccisi 244 civili, tra cui Helga Elmqvist-Cau e Giovanni Cau, su ordine del capitano Heinz Barz della Divisione Hermann Göring. Nel marzo 1950 i corpi dei coniugi Cau furono ritrovati in un fosso in località Fornace Focardi presso Monte San Savino.



Ossidazione della carta ai margini e al verso. Parzialmente applicata a passe-partout.

31/1/2023 14:38:00
Termine asta
1g -24h 0m 0s
Tempo rimanente
Numero offerte:
EUR 120,00
Stima
120 €
Base d'asta:
 €
La tua offerta
(Il Prezzo di riserva non stato superato)
 €
Offerta attuale
oppure
  EUR
La tua offerta massima
Invia offerta massima