Asta 27 / Grafica & Libri

mar 1 -  gio 3 OTTOBRE 2019
 Hans Sandreuter  (Basilea, 1850 - Riehen, 1901) : Die Toteninsel (L'isola dei morti). Da Arnold Böcklin.  Arnold Böcklin  (Basilea, 1827 - Fiesole, 1901), Albert Welti  (Zurigo, 1862 - Berna, 1912)  - Asta Grafica & Libri - Libreria Antiquaria Gonnelli - Casa d'Aste - Gonnelli Casa d'Aste
Lotto 912

L'isola dei morti di Arnold Böcklin riprodotta dai due allievi più stretti

Hans Sandreuter (Basilea, 1850 - Riehen, 1901)

[ Arnold Böcklin (Basilea, 1827 - Fiesole, 1901), Albert Welti (Zurigo, 1862 - Berna, 1912) ]

Die Toteninsel (L'isola dei morti). Da Arnold Böcklin.

1890.

Olio su tela. cm 70x114. Monogrammato "AB", datato e iscritto "Sandreuter Welti Repro" in basso a destra. Il dipinto riproduce la quinta versione dell’Isola dei morti di Arnold Böcklin dipinta nel 1886 e conservata al Museum der bildenden Künste di Lipsia. Datato 1890 è opera congiunta dei due allievi più stretti del pittore di Basilea, Hans Sandreuter e Albert Welti.
Hans Sandreuter. Dopo aver frequentato il Realgymnasium a Basilea, iniziò un apprendistato come litografo nel 1867. Lavorò per un breve periodo a Norimberga e a Verona, studiò per metà anno con Achille Carrillo e tornò nel 1872 a Basilea. Nel 1873 fece la conoscenza di Arnold Böcklin, che gli permise, per intercessione di Wilhelm von Kaulbach, di accedere all'Accademia di Monaco. Nel 1874 si recò con Böcklin a Firenze e quando si ammalò un anno dopo, il pittore lo ospitò a casa sua. Dal 1877 al 1880 Sandreuter visse a Parigi, nel 1882 si trasferì a Firenze, due anni dopo tornò in uno studio a Basilea. Ha ricevuto numerose commissioni per dipinti murali e graffiti negli edifici pubblici. Ha restaurato e decorato, ad esempio, le stanze del monastero di Stein am Rhein. Nel 1896 divenne membro della Commissione di Arte Federale. Nel 1897 si recò a Firenze con Arnold Böcklin per disegnare la medaglia dedicata all’artista, e inaugurò il 19 settembre la Böcklin Jubilaeum Austellung alla Kunsthalle di Basilea in occasione dei settant’anni dell’artista, per la quale realizzò anche il manifesto. Nel 1899 Sandreuter si ammalò di diabete e morì due anni dopo nella sua casa a Riehen. Sandreuter era l'allievo più vicino di Böcklin. Per il centenario della sua morte, il Kunstmuseum di Basilea ha organizzato una grande mostra nel 2001/2002. L' opera di Sandreuter mostra una grande diversità. Oltre a dipinti ad olio e acquerelli, creò opere di arte decorativa monumentale. Ha realizzato anche stampe, vetrate e mobili.
Albert Welti. Allievo di J.K. Werdmüller che gli insegna le tecniche d'incisione su rame, nel 1881 si trasferisce a Monaco di Baviera dove nel 1882 frequenta l'Accademia. Nel 1886 fa ritorno a Zurigo e diviene allievo di Arnold Böcklin dal 1888 al 1891 rimanendone fortemente influenzato, per elaborare poi uno proprio stile ricco di fantasia e di amore per la natura. Artista indipendente, è sostenuto dal mecenate Rose von Doehlau ed è amico di Hermann Hesse. Nel 1895 si stabilisce nei pressi di Monaco e si perfeziona nell'incisione. Viaggia in Svizzera, a Berlino e Dresda (1897) e in Italia (1899). Esegue dipinti ufficiali per il Consiglio confederale 1908. Nel 1912 è insignito del dottorato ad honorem dall'Università di Zurigo. Muore a Berna nello stesso anno. Il Kunsthaus di Zurigo e il Kunstmuseum di Basilea gli dedicarono una retrospettiva nel 1912. 



In cornice coeva. cm 87x131,5.

Base d'asta
EUR 7.800,00
venduto : Registrazione