Asta 28: Libri, autografi, musica e manoscri [..]

Una sezione di Divine Commedie
Libri d“artista
Libri d“artista
D“Annunziana
Geografia, esplorazioni e viaggi
Ingrandisci immagine

LIBRI, AUTOGRAFI, MUSICA E MANOSCRITTI
27-28 maggio 2020

 vai al catalogo

catalogo in pdf


Manoscritti, autografi, fotografie e musica ~ lotti 707-856

Tra i manoscritti una antica epigrafe medievale relativa alla Repubblica di Venezia probabilmente risalente al X-XI secolo (base d’asta euro 2.000), un’interessante e ricercata pergamena musicale del XII secolo (base d’asta 600 euro), insieme a carte dei Cavalieri di Malta, a documenti di antiche famiglie nobili genovesi (Grillo, Spinola, Squarciafico, ecc.), degli Asburgo, oltre ad alcuni rari codici pergamenacei in lingua etiope con scrittura ghe’ez e disegni a colori (basi d’aste euro 400 – 600).

La sezione autografi comprende lettere di D’Annunzio, carte della famiglia Medici e Malaspina, autografi di regnanti (Luigi XIV, Maria Teresa d’Austria, Napoleone III ecc.), importanti nomi della letteratura italiana (Moravia, Pascoli, Capuana, Croce ecc.) e 1 album di firme e dediche del ristorante romano l’Escargot (tra queste Maria Callas, Pasolini, Sean Connery, Ringo Starr, Renato Guttuso ecc.).

La sezione fotografica contiene, tra l’altro, una fotografia di Gandhi e i nudi d’artista di Wilhelm von Gloeden (basi d’aste 300 – 400 euro) e alcuni celebri scatti realizzati da Herbert List ed Ermete Manzoni (base d’asta euro 280)

La sezione musicale comprende circa 50 lotti e spazia dai Madrigali di Andrea Gabrieli stampati nel XVI secolo a Venezia (base d’asta euro 500) ad un abbozzo autografo di Vincenzo Bellini dal Pirata (base d’asta euro 700) insieme a lettere, partiture e fotografie di Puccini, Toscanini, Berio, Felice Romani ecc.


Libri a stampa dal XV al XX secolo  ~ lotti 857-1454

La sezione di libri a stampa dal XV al XX secolo include più di 500 lotti. Tra questi, si segnala una ricca sezione di edizioni della Divina Commedia di Dante Alighieri, dalla celeberrima Comedia con l’esposizione di Landino e Vellutello del 1578 (base d'asta euro 1400) fino all’edizione Valdonega con le illustrazioni di Dalì, qui proposta con una ricca legatura d’artista in bronzo a sbalzo (base d'asta euro 2500). Numerose anche le opere del Tasso e del Boccaccio, con edizioni dal 1500 al 1900 (basi d'asta da 200 a 4000).

Numerosi sono i libri d’artista, tra cui numerose opere con illustrazioni di Dalì – il Decameron, Tristano e Isotta e Hamlet per citarne alcuni – la bellissima cartella Marino from Shakespeare (base d'asta euro 5000), con 8 acquetinte originali di Marino Marini e la cartella Portefeuille de quatre eaux fortes con 4 acqueforti di Giorgio De Chirico (base d'asta euro 2400).

Spazio anche per la storia locale italiana: si segnalano la prima rarissima edizione del De amplitudine, de vastatione & de instauratione urbis Ravennae di Desiderio Spreti (1489, base d'asta euro 2400) e un nutrito numero di opere su Firenze e Toscana, tra cui il Mondo Festeggiante di Moniglia del 1661, opera celebrativa per le nozze di Cosimo III e Margherita Luisa d'Orleans (base d'asta euro 1600). 

Nella sezione di libri a stampa si trova un corposo nucleo costituito da più di 150 opere a tema Geografia, esplorazioni e viaggi: tra questi la prima edizione francese della Cina di Athanasius Kircher (1670, base d'asta 1400), il Viaggio nel Basso e Alto Egitto di Dominique Vivant Denon (1808, base d'asta euro 1500) e il Primo viaggio intorno al globo terracqueo di Filippo Pigafetta (base d'asta euro 2200). Top lot della sezione lo Specchio del mare di Francesco Maria Levanto (1664).

Il catalogo è inoltre arricchito dalla prima edizione dell'Arcipelago di Marco Boschini (1658), opera che esplora l'arcipelago greco, e dall'eccezionalmente completa raccolta della rivista L'Eroica (1911-1944, base d'asta euro 4800); un Atlas celeste del Dopplemayr in coloritura e alcuni volumi dell'Officina Bodoni, tra cui The Waste Land e Four quartets di Thomas Stearns Eliot e i Cavalvanti Poems di Ezra Pound nella rarissima tiratura su carta giapponese (1600 €).