Asta 36 / Libri, autografi e manoscritti

mar 11 -  mer 12 OTTOBRE 2022
Lotto 262

Liceti Fortunio

De novis astris, et cometis libb. sex.

Venetiis: apud. Io. Guerilium, 1623.

In-4° (mm 221x156). Pagine [54], 410, [1] di Errata, 1 bianca. LEGATO CON: Id., Controversiae de cometarum quiete, loco boreali sine occasu, parallaxi Aristotelea, sede caelesti, et exacta theoria peripatetica. Venetiis: apud Georgium Valentinum, 1625. Pagine [24], 77, [1]. Alcune macchie alla carta 2L2 del primo volume, lieve gora d'acqua nel margine inferiore dei fascicoli. Legatura successiva in piena pergamena con titolo manoscritto al dorso e stemma impresso in oro al centro di ciascun piatto.



I OPERA: Rarissima edizione della prima opera a stampa che rappresenta gli anelli di Saturno. I sottotitoli dell'opera di Liceti datati 1622 e la Dedica datata 1 luglio 1622 dimostrano che questa è la prima rappresentazione pittorica della prima osservazione di Galileo degli anelli di Saturno. Poggendorff I, 1451; Riccardi I 38; Carli-Favaro 93 (p. 20). II OPERA: Testo realizzato dal Liceti in risposta alla replica di Giovanni Camillo Gloriosi al De novis astris. Cfr. Poggendorff I, 1451. Entrambe le opere vennero redatte dall'Autore a seguito dell'apparizione della cometa, risalente al 1618, a difesa della cosmologia aristotelica.

Base d'asta
EUR 15.000,00
Fai un'offerta