Asta 36 / Libri, autografi e manoscritti

mar 11 -  mer 12 OTTOBRE 2022
Lotto 74

La monarchia nel Regno di Sicilia

Caruso Giovanni Battista

Discorso storico apologetico della monarchia del Regno di Sicilia.

Seconda metà del XVIII secolo.

Manoscritto a inchiostro bruno. Pagine 150, cui seguono 12 pagine bianche. Testo in italiano con riferimenti in latino. Glosse esplicative ai margini. Nota al titolo: “Composto d’ ordine Regio da G.B.C. de’ B.X. D.re in ST” [Giovan Battista Caruso barone di Xiureni dottore in storia]. Al risguardo, ex libris alle armi (francese) e sul foglio di guardia antica nota di appartenenza. Legatura coeva in piena pergamena. Ottimo stato. Dimensioni 230x302 mm.



Il manoscritto inizia con un proemio, in cui vengono elencati i sette articoli [argomenti] trattati. Il primo è una apologia della Chiesa siciliana antichissima e della Legazia Apostolica che ne difende i diritti. I successivi trattano: della Bolla di Urbano II a favore del conte Rugiero; dei rapporti tra Gregorio XIII e il Re cattolico Filippo II circa la monarchia di Sicilia; di ciò che si ordinò dal Re Filippo II per la buona amministrazione del tribunale; di ciò che è successo in Sicilia sotto il Re Filippo V. Nel sesto articolo vengono trascritti i procedimenti tenutisi dalle due corti di Roma e di Sicilia dopo che in Sicilia subentra il Re Vittorio Amedeo. Il settimo contiene riflessioni sopra la Bolla e lettere in forma Brevis ch esi asserisce essere state pubblicate in Roma di ordine del nostro Santo Padre alli 20 di febraro 1715. Il manoscritto termina con un Epilogo. Nell’ultima pagina si ritrova la ripetizione identica della prima del proemio.

Base d'asta
EUR 340,00
Fai un'offerta