Asta 36 / Libri, autografi e manoscritti

mar 11 -  mer 12 OTTOBRE 2022
Lotto 57

Bastardello del casato lombardo dei Della Porta.

Datato 1536 e il 1768.

Manoscritto cartaceo a inchiostro bruno. Circa 310 pagg. scritte, 10 bianche. Legatura pergamenacea coeva con piccoli difetti, recante la dicitura Della Porta N° 1846 […] alla Commenda. Dimensioni mm 170 x 230.



L’ampia raccolta di minute (notarili e non) è una ricca fonte di informazioni su due secoli di vita di un nobile casato. Si riportano minuziosamente date e informazioni relative ad acquisti, affitti e cessioni di terre, “confessioni” di debito, crediti, obbligazioni, note di merci, alimenti e bestiame, matrimoni, testamenti, morti, nascite di bambini “mi nacqui p. gratia di N.S. un figlio maschio”, ma anche (nel periodo più antico) di bestiame “sono nasciuti una vitella e un vitello et un’altra dispersa”. Nelle pagine relative al ‘700, ci sono riferimenti alle nobili famiglie che si relazionarono con i Della Porta: i Belgiojoso, i Rossi di S. Secondo, ecc. Si parla di svaghi “divertimento con Opera musicale, con balletti nobilissimi”, di “caccia de’ caprioli e lepri”, di viaggi - “il Duca partì alla volta di Parigi a cavallo e con poca Corte di seguito per la via di Como” - di importanti eventi religiosi: “1791 adì 21 S.bre S’è fatta solenne processione dal Duomo alla Basilica di S. Ambrogio Maggiore del Sagro Corpo del Nostro Glorioso Arcivescovo e Protettore S. Carlo Borromeo [di questa traslazione di S. Carlo del 1791 parlerà anche Manzoni nei Promessi Sposi]”. Viene anche citata, nel 1755, una funzione nella “Regia Ducale Chiesa Collegiata di S.ta Maria della Scala” chiesa che nel 1776 verrà demolita per far posto al Teatro alla Scala.

Base d'asta
EUR 160,00
Fai un'offerta