Asta 33 / Stampe, disegni e dipinti antichi, moderni e contemporanei

mer 8 -  ven 10 GIUGNO 2022
Lotto 368

I fogli di studio di Benvenuto Disertori: duecento incisioni dagli archivi dell'artista gran parte nella tiratura della Calcografia Nazionale.

Acquaforte/bulino. Dimensioni varie. La predilezione per la grafica si manifesta a pieno in Disertori dopo un viaggio fra Toscana e Umbria, durante il quale soprattutto l’impatto con Perugia e con la dimensione medievale si rivela decisivo nell’individuare questa sua vocazione, prevalente negli anni centrali della sua attività, spaziando dalla xilogràa all’acquaforte, al bulino e alla punta-secca. Disertori si applicò con grande impegno su altri due fronti che resteranno sempre paralleli al versante ?gurativo, cioè la musicologia e l’attività di studioso. Lo studio gli consente di applicarsi sia alla musica che alla gràca e si concretizza in una serie di articoli apparsi sulle pagine di “Emporium” tra il 1922 e il 1927: da segnalare la sua  analisi per epoche e generi del patrimonio dell’allora Regia Calcogràa di Roma; questa stessa indagine sulle collezioni dell’istituto romano lo conduce, tra il 1927 e il 1932, a fornire aggiunte e integrazioni al celebre repertorio di Adam Bartsch che pubblica sulla rivista ?orentina “La Biblio?lia”,  e che gli valse i complimenti, tra gli altri, di Focillon, Berenson, Lemoisne. I fogli incisi presenti in questo insieme sono stati  raccolti da Benvenuto Disertori nell’ambito di quell'esperienza.

(193)


-

Base d'asta
EUR 1.800,00
invenduto