Asta 31 / Grafica & Libri

mar 26 -  ven 29 OTTOBRE 2021
Lotto 133

Marcantonio Raimondi (Molinella, 1480 - Bologna, 1534)

Quattro incisioni di, e da Marcatonio Raimondi.

1520 ca.

1) Marco Dente (Ravenna 1493 ca.-Roma 1527) [attribuito a]. Il massacro degli innocenti. 1510-1514. Bulino. mm 276x428. Bartsch,XIV,20. Massari (raphael invenit), p. 172, VI, 2. Sul piedistallo a sinistra "RAPHA / URBI / INVEN/ MAF". Versione della celebre stampa di Marcantonio senza l'albero di conifera ("felcetta") in alto a destra, già assegnata a Marco Dente dal Bartsch, attribuzione sulla quale a tuttoggi la critica non concorda. Bellissima impressione stampata con inchiostrazione uniforme e brillante su carta vergellata con filigrana non identificabile. 2) Anonimo del XVI secolo. I cinque santi. Bulino. mm 408x273. Bartsch,XIV, 113A. Massari (Raphael invenit), p. 221,2b. Sulla lastra in basso a destra "Antonius Carenzanus formis Romae.1610.Super.m permissu". Prima traduzione nello stesso verso dell'incisione reallizzata da Marcantonio Raimondi tra il 1520 e il1525 e tratta da un disegno di Giulio Romano o del Penni per il dipinto analogo oggi alla Galleria Nazionale di Parma. Ottima prova nel II stato di 3 (non censito dal Bartsch) con l'indirizzo dell'editore Antonio Carenzano (attivo tra il 1591 e il 1614). Carta vergellata sottile con filigrana "fiore di giglio in cerchio singolo sormontato da corona", (simile a Woodward, 105. 1590). 3) Agostino Veneziano (Venezia 1490 ca.-Roma 1540). L'imperatore Adriano libera Androcle. 1516-1517 ca. Bulino. mm 404x267. Bartsch,XIV,196. massari (raphael invenit), p. 235, V,1a. Con la tavoletta in basso a destra. Incisione assegnata non unanimemente ad Agostino che l'avrebbe eseguita in collaborazione con Marcantonio, tratta da uno studio conservato al Metropolitan Museum e già attribuito al Penni. Ottima prova nel I stato di 2 senza le iniziali "AV" sulla pietra in basso a sinistra. Carta vergellata con grande filigrana "cartiglio". 4) Marcantonio Raimondi. L'arcangelo Gabriele annuncia a Gioacchino la maternità di Anna. 1510-1515. Bulino. mm 290x205. Bartsch,XIV,622. Con il monogramma di Dürer in tabella e il numero "2" sulla lastra in basso a sinistra. Da La vita della Vergine, serie di venti xilografie intagliate da Albrecht Dürer tra il 1504 e il 1505 e dalle quali Marcantonio Raimondi eseguì solo diciassette copie a bulino. Ottima prova su carta vergellata spessa apparentementee priva di filigrana.
 

(4)


1) Esemplare con piccoli margini oltre la linea d'inquadramento. Minime mancanze di carta a tre angoli, e residui di carta al verso. 2) Rifilato alla linea d'inquadramento con margini molto sottili. Lieve traccia d'uso. 3) Rifilato al soggetto. Al verso traccia di piega orizzontale al centro rinforzata e di vecchie abrasioni, nastro cartaceo lungo il lato destro.  Breve strappo in basso al centro. Un forellino di tarlo. 4) Rifilato alla linea d'inquadramento quasi interamente visibile. Al verso natro cartaceo lungo i quattro lati. Traccia di due pieghe trasversali.

Base d'asta
EUR 480,00
venduto : Registrazione