Asta 30 / Grafica & Libri

lun 19 -  mer 21 APRILE 2021
Lettera in parte cifrata scritta da Enrico Panigarola.  - Asta Grafica & Libri - Libreria Antiquaria Gonnelli - Casa d'Aste - Gonnelli Casa d'Aste
Lotto 749

Le trattative di pace tra Milano e Venezia nel 1450

Lettera in parte cifrata scritta da Enrico Panigarola.

Febbraio 1450

Manoscritto a inchiostro bruno. 1 bifolio, scritte 2 pagine. Al verso della seconda carta l’indicazione del destinatario e tracce di sigillo. Carta con filigrana. Dimensioni: 295x210 mm.



Lettera scritta da Henrighinus Panigarola e inviata ai Capitani della città di Milano durante il suo assedio da parte di Francesco Sforza. Questa è la storia di quegli anni: nel 1448 la repubblica Veneta riconosce i diritti ereditari di Francesco Sforza sul Ducato di Milano e promette di aiutarlo, con denaro e truppe, per conquistare la città. Milano, e l’allora Repubblica Ambrosiana, preoccupata per la notizia (passata alla storia come il Trattato di Rivoltella) cerca alleati rivolgendosi al Re di Francia, ad Alfonso V d’Aragona e al Duca di Savoia. L’8 gennaio 1449 la Repubblica Ambrosiana autorizza Enrico Panigarola, autore della nostra lettera e già ufficiale a Porta Vercellina, a negoziare con Venezia e firmare un trattato, ma la Serenissima non da ascolto alle sue richieste e continua ad onorare i patti con lo Sforza. Ma di lì a poco, il doge Foscari si rende conto che Sforza sta assumendo troppo potere, e con un colpo di mano, stinge alleanza con la Repubblica Ambrosiana. I messaggi cifrati, come quelli contenuti in questa lettera, erano in uso anche nella diplomazia quattrocentesca e costituiscono un’importante fonte documentale.

Base d'asta
EUR 400,00