Asta 30 / Grafica & Libri

lun 19 -  mer 21 APRILE 2021
Lotto 784

Lo studio della malaria e la medicina in Sardegna

Leo Pietro Antonio Pietro Antonio

Risposta / ad alcune obbiezioni / del Sig. Magnon [?] sulla sana intemperie.

Cagliari, 1803.

Manoscritto a inchiostro marrone scuro. Pagine [2], 37. Legatura in mezza pelle. Al piatto superiore è applicato un tassello che riporta l’indicazione non corretta dell’autore del testo. Dimensioni: 220x155 mm. LEGATO CON: Campana Antonio. Sulle cause delle febbri intermittenti che si attribuiscono all’aria cattiva. Memoria del Sig. Campana professore di fisica nell’Università di Ferrara. LEGATO CON: Dello stato fisico del suolo di Roma.



I DOCUMENTO: Leo (1766-1805) nacque in Sardegna da una famiglia poverissima. Trasferitosi a Cagliari ebbe la possibilità di laurearsi in filosofia e medicina e vinse la cattedra di istituzioni mediche a Cagliari. Uno dei suoi interessi primari fu quello di introdurre in Sardegna i progressi della scienza medica europea, entrando così in contatto con diversi studiosi in Italia e all’estero. Leo si occupò soprattutto della malaria (intemperie), delle ragioni della diffusione e dei suoi metodi di cura. II DOCUMENTO: Questa memoria venne letta nel gennaio dell’anno 1819 nell’Accademia di Ferrara. L’autore ha prevenuto […] nell’opinione che le vestimenta di lana sulla cute siano un preservativo contro le febbri dipendenti dalla malaria […].

Base d'asta
EUR 260,00
invenduto
Fai un'offerta