Asta 18 / Grafica, Dipinti ed Oggetti d'Arte dal XV al XX secolo

ven 11 -  sab 12 DICEMBRE 2015
Lotto 14

Giulio Bonasone (Bologna, - 1576)

[ Marco Gregorio Carloni (Roma, 1742 - 1796) ]

Diana e Atteone.

1550 circa.
Bulino. mm 286x419. Foglio: mm 291x422. Bartsch, 10. Armano, 81. Massari (bonasone), 118. Episodio tratto dalle Metamorfosi di Ovidio (III, 155), con la rappresentazione del momento dell’inizio della trasformazione di Atteone in cervo e, sul secondo piano, della morte del cacciatore/cervo sbranato dalla muta dei suoi stessi cani. L’incisione è stata catalogata da Bartsch nel 1813 come “Scuola di Marcantonio Raimondi”, poi nel 1820 è stata assegnata da G. A. Armano a Bonasone. Stefania Massari nel 1983 accoglie questa seconda ipotesi e inserisce l’opera nel catalogo ragionato di Bonasone, proponendo di datare l’esecuzione dell’opera al 1550 circa. Bella prova nel II stato su 2 – dopo la comparsa dell’excudit di Antonio Lafrery, stampatore attivo a Roma fra il 1547 e il 1577, sul blocco di pietra in basso a destra nel soggetto – impressa su sottile carta vergellata con filigrana “scala in un cerchio singolo sormontato da stella a sei punte” (Woodward, 241).
SI AGGIUNGE: 
Marco Gregorio Carloni (Roma 1742 -1796)Decorazione a grottesche.1776-1778. Acquaforte. mm 895x530. In basso da sinistra a destra “Franc. Smugliewicz disegnò”, a seguire “Presso Ludovico Mirri Mercante d’Quadri incontro al Palazzo Bernini à Roma” al centro, e a destra “M. Carloni Romano incise”. In alto a destra  “N.° 44”. Foglio dal secondo volume (tavole) di Vestigia delle terme di Tito e loro interne pitture…edito a Roma probabilmente fra il 1776 e il 1778, contenente 61 illustrazioni su disegni del pittore polacco Franciszek Smugliewicz e dell’architetto Vincenzo Brenna.


Foglio 1: Rifilata all’impronta del rame con sottile margine visibile in alto e a tratti; al verso traccia di lievi abrasioni e di minime pieghe di stampa; piega verticale al centro. Per il resto conservazione molto buona. Foglio 2: Buona impressione su spessa carta vergellata filigranata. Rifilata all’impronta del rame, visibile a tratti. Tre pieghe orizzontali, con tracce di sporco, localizzate nella parte bassa del foglio e visibili soprattutto al verso. Alcuni strappi lungo i margini rinforzati al verso con nastro cartaceo. Tracce d’uso e di polvere; per il resto buona conservazione.

Base d'asta
EUR 450,00
venduto : Registrazione