Asta 13 / Manoscritti, Incunaboli, Autografi e Libri a stampa

ven 25 -  sab 26 OTTOBRE 2013
Lotto 5

Copia Doheny

Augustinus Aurelius (santo)

[ Nicolaus Trevet, Thomas Waleys ]

De Civitate Dei. [Commento di Nicolaus Trevet e Thomas Waleys].

Impressus Venetiis: impensis Nobilis viri Octaviani scoti [stamp. Boneto Locatello], 18 febbraio 1489 [1490].

In-folio (mm 315x215). Carte [264]. Segnatura: A-R8, S6, t-z & ç # AA-EE8, FF-HH6. Testo su due colonne in caratteri gotici differenti per testo e commento (G92) e (G74) su 51 linee (65 linee il commento). Grande incisione in legno (mm 192x155) al verso di carta A1, marca tipografica xilografica in fine. Esemplare rubricato in rosso e blu. Rubricatura sbiadita ad alcune carte causa umidità, strappo anticamente restaurato all'ultima carta che lede il testo altrimenti buon esemplare ad ampi margini. Legatura settecentesca, probabilmente tedesca, in mezza pelle con punte, piatti marmorizzati, titoli su doppio tassello al dorso. Alla carta di guardia applicato ex-libris Estelle Doheny; al verso del risguardo una nota Panzer II. 267. 1173 potrebbe essere riferibile, come la legatura, alla collezione Kloss.



Seconda edizione stampata dal Locatello ma la prima a contenere i commenti di Nicolaus Trevet e di Thomas Waleys. La bellissima xilografia è divisa in due comparti: nella parte superiore è raffigurato Sant'Agostino che scrive alla sua scrivania mentre, al di sotto, sono raffigurate la città celeste di Zion e la Babilonia terrestre, con i rispettivi fondatori, Abele e Caino, seduti in primo piano. Sulla xilografia vedasi Essling I, 73; per la marca Kristeller, 282; sull'edizione BMC V, 437; Hain, 2065; Goff A-1245; GW, 2889; IGI, 979; Sander, 670.

Base d'asta
EUR 5.500,00
invenduto